fbpx

Aggregatore di News su #finanza, #fintech e mondo del #factoring

Bonus pc e tablet, c’è la data di partenza: online la piattaforma per l’accreditamento

Finalmente da giovedì 8 ottobre è online la piattaforma di Infratel Italia realizzata in collaborazione con Invitalia per l’accreditamento degli operatori di telecomunicazioni interessati ad offrire ai consumatori il cosiddetto bonus Pc, ufficialmente detto voucher di Fase I.

Infratel Italia, soggetto attuatore della misura su incarico del Ministero dello Sviluppo Economico, sta svolgendo in queste settimane una serie di incontri con le associazioni rappresentative degli operatori telco così da coordinare un’attività di comunicazione il più possibile efficace, visto che non poca confusione c’è stata in merito al Bonus pc.

Come avere il Bonus pc

All’esito della registrazione e della validazione da parte di Infratel Italia degli operatori interessati, a partire dal 19 ottobre questi potranno caricare sulla piattaforma le proprie offerte associate al bonus Pc così come previsto dal manuale operativo preparato ad hoc (il manuale operativo completo lo potete scaricare qui).

Non si può ottenere il bonus computer tramite un negozio di elettronica. Si occupa di tutto l’operatore telefonico, a cui è necessario inoltrare specifica domanda (potete scaricare il modulo qui):

  • fornisce il computer o il tablet (a scelta dell’utente), per le famiglie della prima fascia
  • fornisce il router
  • eroga all’utente il bonus sotto forma di sconto sul canone o sull’eventuale costo di attivazione

Bonus pc 500 euro, chi può averlo

Dal 19 ottobre dunque i clienti potranno finalmente accedere alle offerte presentate dagli operatori rivolgendosi direttamente a loro per riscattare il voucher di Fase I.

Il Bonus pc per essere richiesto deve però rispettare questi requisiti, pena l’esclusione:

  • voucher Internet (connettività ad almeno 30 Mbps): 200 euro per le famiglie con Isee inferiore ai 50 mila euro;
  • voucher Pc o Tablet: 300 euro per le famiglie con Isee inferiore ai 20 mila euro.

I requisiti per accedere al Bonus pc

Per ottenere il contributo il richiedente dovrà scegliere l’offerta o il prodotto e autocertificare la propria condizione Isee. È permesso un solo voucher per famiglia e il Ministero controllerà a campione le richieste.

Oltre a rispettare i requisiti Isee, si deve poter dimostrare di non avere connessione internet o averne una base (come l’Adsl) ossia a velocità inferiore di 30 Mbps.

Chi ha già una banda ultra larga a casa non può ottenere il voucher. Non è stato infatti previsto nel testo di avere il voucher per il passaggio da un’offerta banda ultralarga di velocità bassa a una connessione a 100 Mbps.

Una volta attivata la connessione si deve garantire un utilizzo per almeno 12 mesi, ma rimane la possibilità di cambiare operatore spendendo il resto della somma del voucher, senza costi di recesso.

Lascia un commento