fbpx

Aggregatore di News su #finanza, #fintech e mondo del #factoring

Coronavirus: chiusi uffici Inps, Agenzia entrate, Poste. Le nuove regole

L’emergenza coronavirus ha portato alla riduzione di attività anche negli uffici e sportelli dell’Agenzia delle entrate e dell’Inps, che ha deciso di chiudere tutti i suoi uffici al pubblico da lunedì 16 marzo.

È una delle conseguenze del decreto 9 marzo 2020 che ha introdotto misure drastiche per combattere la rapida diffusione dei contagi da Covid-19.

A livello locale molti enti si sono organizzati per contenere al massimo l’attività di relazione con il pubblico. Anche Poste Italiane ha preso misure a riguardo, garantendo comunque la sua attività di consegna.

Ecco perché prima di recarsi presso uno sportello pubblico è bene controllare se sia o meno aperto o se ci siano altre modalità di ricevimento.

Inps, da lunedì 16 marzo chiusi gli uffici al pubblico

Tutte le sedi Inps saranno chiuse fisicamente da lunedì 16 marzo 2020. I servizi saranno comunque garantiti via telefono e via web.

Inoltre l’istituto ha deciso che tutti i servizi informativi siano resi attraverso il potenziamento dei canali telefonici e telematici e integralmente assicurati dal servizio di sportello telefonico provinciale, attivi con gli stessi standard di qualità e nelle consuete fasce orarie di apertura al pubblico (8.30 – 12.30).

Quindi per ora niente più accesso fisico agli uffici, ma solo via telefono oppure online.

Inps, sospese le visite medico-legali

Alcune visite medico legali sono state al momento sospese da Inps fino al 3 aprile. In particolare la sospensione riguarda le visite ai minori e agli over 65. Le visite saranno nuovamente calendarizzate.

Agenzia delle entrate: uffici aperti solo su appuntamento

In un comunicato stampa l’Agenzia delle entrate annunciava che “in relazione all’emergenza sanitaria derivante dalla diffusione del Covid-19, a partire dal 10 marzo presso gli Uffici territoriali e gli Uffici provinciali dell’Agenzia delle entrate è necessario ridurre al minimo l’affluenza dei contribuenti”. Per questo era stato disposto che gli uffici restassero aperti solo per la ricezione atti.

A seguito del Dpcm dell’11 marzo 2020, l’Agenzia ha deciso di aprire l’accesso agli sportelli esclusivamente su appuntamento.

I contribuenti possono richiedere un appuntamento utilizzando il servizio online Prenota ticket, con l’invito a effettuare le richieste solo per casi urgenti e non differibili.

Si invitano quindi i contribuenti a utilizzare i canali online per richiedere i servizi: attraverso la posta elettronica certificata, il numero verde 800.90.96.96, contattabile da telefono fisso, o il numero 06/96.66.89.07 tramite cellulare.

Agenzia delle entrate: sospesi accertamenti

L’agenzia delle Entrata sospende gli accertamenti fiscali per l’emergenza Coronavirus.
Stop quindi alle attività di liquidazione, controllo, accertamento, accessi, ispezioni e verifiche, riscossione e contenzioso tributario a meno che, specifica la direttiva, “non siano in imminente scadenza (o sospesi in base a espresse previsioni normative)”.

Poste Italiane, uffici aperti

Poste Italiane ha comunicato che continua a essere garantito il servizio su tutto il territorio nazionale, con alcune regole. Vengono contingentate le aperture pomeridiane degli Uffici aperti su doppio turno e di quelli aperti solo al mattino. Inoltre, nei Comuni con un unico Ufficio Postale, l’apertura avverrà a giorni alterni.

È stato al momento sospeso “Prenota Ticket”, il servizio di prenotazione online dell’appuntamento in Ufficio Postale.

Per le notifiche a mezzo posta, tenuto conto dell’impossibilità di effettuare il recapito a mano, gli invii saranno direttamente depositati presso gli Uffici Postali e verrà rilasciato un “avviso in busta chiusa a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento”.

 

Lascia un commento