fbpx

Fisco, rimborsi crediti IVA più veloci per gli autonomi

Buone notizie per gli autonomi, che in questo periodo di grave crisi hanno ricevuto un piccolo sostegno dai rimborsi IVA più veloci. Una boccata d’ossigeno per chi vanta un credito con il Fisco.

L’Agenzia delle Entrate, secondo quanto si legge in un articolo de Il Sole 24 Ore, ha ridotto i tempi complessivi di rimborso ad imprese, autonomi e professionisti a 72 giorni, ben al di sotto degli 80 giorni impiegati nel 2019. A ridursi sono stati soprattutto i tempi di lavorazione della pratica, scesi a 65 giorni ai 73 precedenti, mentre restano invariati a 7 giorni i tempi di erogazione del credito IVA.

Il miglioramento conferma il trend positivo in atto dal 2017, anno in cui ci volevano addirittura 103 giorni per il rimborso del credito IVA (circa 3 mesi e mezzo). All’epoca però, la procedura di erogazione del rimborso richiedeva 25 giorni, un tempo drasticamente ridotto a partire dal 2018 con l’Istituto dell’accredito diretto.

Effetto Covid

Il miglioramento nella procedura di liquidazione dei crediti IVA è stato indotto dalla sospensione dei termini per la presentazione dei modelli di rimborso dei crediti IVA, durante la pandemia, che ha portato ad una massiccia riduzione delle richieste a 30.481 dalle 82.770 dello scorso anno.

L’accelerazione è dovuta anche alle procedure semplificate adottate dagli uffici dell’Agenzia delle Entrate, posti in smart working a causa dell’emergenza sanitaria.

Un trend da verificare

Se è vero che l’emergenza Covid ha messo in stand-by le domande, in autunno le tempistiche potrebbero tornare ad aumentare con la riapertura dei termini per la presentazione delle domande.

Tuttavia, lo storico dell’ultimo triennio sembrerebbe confermare i passi avanti effettuati dell’Agenzia in termini di efficienza ed alcuni strumenti, come quello della fatturazione elettronica, potrebbero dare un ulteriore contributo alla riduzione dei tempi di liquidazione dei crediti vantati con il Fisco.