fbpx

Aggregatore di News su #finanza, #fintech e mondo del #factoring

Fisco: scadenza Certificazione Unica resta al 31 marzo 

Resta fissata al 31 marzo la scadenza degli obblighi di comunicazione degli oneri detraibili per il 730 precompilato e le Certificazioni uniche, dopo lo slittamento a causa dell‘emergenza coronavirus. Niente nuova proroga.

“Le scadenze ordinarie per la comunicazione degli oneri detraibili per il 730 precompilato (28 febbraio) e per le Certificazioni Uniche (7 marzo) erano già state prorogate al 31 marzo 2020 dal DL 9/2020 e quest’ultima scadenza è stata confermata dal DL 18/2020″. A fare chiarezza ci pensano le FAQ del Ministero dell’Economia e Finanze che confermano, dunque, la scadenza per la fine del mese.

Incognita per la decadenza dal bonus prima casa. Allo stato attuale, nessun intervento che sposta i termini ma il MEF non chiude a una misura nel nuovo decreto legge con le altre misure economiche in preparazione.

I tecnici di via XX settembre fanno anche chiarezza anche sui termini di legge previsti per la presentazione delle dichiarazioni di successione (un anno dalla morte) specificando  che la proroga di questo termine non è “espressamente menzionata” nel Cura Italia. Tuttavia – si precisa – “potrebbe rientrare nella sospensione degli adempimenti tributari in senso lato, tenuto conto che la dichiarazione è presentata all’Agenzia delle Entrate e che essa è in funzione del pagamento dei tributi. Qualora il termine di presentazione della dichiarazione di successione scada nel periodo di sospensione compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020 si applica la sospensione prevista dall’articolo 62 del Decreto Cura Italia e tale adempimento dovrà essere effettuato entro il 30 giugno 2020″.  

CU, NUOVA MODALITA’ RILASCIO –  L’Inps, intanto, fa sapere che la certificazione unica 2020, relativa ai redditi percepiti nel 2019, è disponibile per chi ha l’Istituto come sostituto di imposta. Considerata l’emergenza coronavirus, inoltre, sono stati attivati ulteriori canali per poter agevolare gli utenti.  

  • il servizio online dedicato, accedendo con le proprie credenziali (CIE, SPID, PIN o CNS). Il servizio consente di visualizzare, scaricare e stampare il modello della CU 2020, necessario per la presentazione della dichiarazione dei redditi. I pensionati possono utilizzare anche il servizio Cedolino della pensione. Le certificazioni relative agli anni precedenti possono essere consultate e scaricate, invece, tramite il servizio Fascicolo previdenziale del cittadino;
  • l’app INPS Mobile da smartphone o tablet, disponibile per dispositivi Android e Apple iOS, accedendo con il proprio PIN o SPID;il servizio di richiesta della CU in formato elettronico all’indirizzo richiestacertificazioneunica@postacert.inps.gov.it per i soggetti titolari di PEC;
  • a decorrere dal 30 marzo 2020 il servizio di richiesta di spedizione al proprio domicilio della CU all’indirizzo richiestacertificazioneunica@inps.it per i soggetti titolari di mail ordinaria;
  • il numero verde 800 434 320, sia da rete fissa che mobile, servizio con risponditore automatico, per richiedere la Certificazione Unica che sarà inviata al domicilio di residenza;
  • il Contact center INPS al numero verde 803 164 da rete fissa o 06 164 164 da rete mobile (con costi varabili in base al piano tariffario applicato dal gestore telefonico del chiamante), servizio con operatore, per richiedere la Certificazione Unica che sarà inviata al domicilio di residenza;
  • i seguenti numeri telefonici dedicati per i pensionati residenti all’estero:(+39) 06 59058000 – (+39) 06 59053132, attivi 24 ore al giorno compresi i festivi, con servizio di risposta automatica;(+39) 06 164164 (abilitato alle chiamate da rete mobile), servizio con operatore attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 (ora italiana) e il sabato dalle 8 alle 14 (ora italiana).