fbpx

Aggregatore di News su #finanza, #fintech e mondo del #factoring

Come ridurre i costi ottimizzando le risorse IT aziendali

Quando parliamo di ottimizzazione delle risorse connesse alla rete aziendale una soluzione molto pratica è un IT Assessment.

Si tratta di uno strumento estremamente funzionale per analizzare e valutare l’intera area software e hardware del network digitale aziendale.
La procedura di base lavora per mezzo di una raccolta, analisi e catalogazione delle risorse presenti sulla rete aziendale IT, realizzando un report dettagliato in grado di mettere in luce tutti gli elementi ridondanti che compongono la rete IT.

L’asset inventory andrà così a costituire una mappa chiara delle azioni da intraprendere per eliminare risorse inutili, magari non utilizzate da tempo ma che richiedono costi, mentre farà emergere ciò che viene maggiormente utilizzato e su cui è quindi bene concentrarsi e investire per sfruttarlo al meglio.

Quando ricorrere a un IT Assessment?

In particolar modo, una condizione che necessita questo tipo di analisi la si può verificare nei casi di:

  • aziende che hanno vissuto in un breve momento una crescita improvvisa, rendendone difficile la gestione complessiva,
  • aziende cresciute per acquisizione, che hanno perso l’overview generale della struttura aziendale,
  • aziende che hanno sviluppato un’elevate complessità dei sistemi informatici utilizzati,
  • aziende con un elevato numero di postazioni di lavoro a cui sono associate singole licenze,
  • aziende con una distribuzione geografica ampia e gestibile solo mediante strumenti informatici.
  • Quali sono i vantaggi?

  • Ottimizzazione completa della rete IT aziendale, con l’identificazione e l’eliminazione e di tutte quelle risorse attive ma non utilizzate, che costituiscono un peso dal punto di vista economico e non sono funzionali alla produttività aziendale;
  • Integrazione sinergica dell’intera filiera tecnologica aziendale, razionalizzandola e rendendola inter-operante e integrata;
  • Individuazione delle specifiche soluzioni che ogni realtà necessita per migliorare il proprio flusso lavorativo, proponendo software più flessibili e coerenti con i bisogni di ogni realtà, valutandone il rapporto costi-benefici;
  • Consulenza in termini di sicurezza informatica, valutando il livello di compliance in termini di vulnerabilità e rischio.
  • Un’analisi periodica permetterà di avere sempre sott’occhio i cambiamenti all’interno della realtà virtuale aziendale.

    Questo processo di ‘manutenzione digitale’ darà grande beneficio all’azienda nel suo complesso, favorendo un’organizzazione più funzionale e modellata sui reali bisogni dei lavoratori.

    Fonte: quifinanza.it
    Questo elemento è stato inserito in pmi. Aggiungilo ai segnalibri.

    Lascia un commento