fbpx

Informazioni su dove e come pagare il bollo auto

Una cosa è certa: dalle tasse non si scappa ed è sempre necessario pagarle. A volte però siamo un po’ confusi sul sistema migliore per effettuare il pagamento. In particolare, per il bollo auto, ci sono delle novità con la manovra finanziaria del 2020: vediamo allora come e dove pagare il bollo auto senza incappare in ritardi o problemi amministrativi.

Il bollo auto è un tributo regionale che devono versare tutti coloro che possiedono un’auto. Il pagamento del bollo auto è annuale e obbligatorio per tutte le auto che possiedono un’assicurazione, sia che circolino sia che stiano ferme in un garage. L’importo è variabile e si può calcolare sul sito dell’Aci o dell’Agenzia delle Entrate e dipende da vari fattori, come la Regione di appartenenza, la potenza del veicolo espressa in Kw o in cavalli e il suo impatto ambientale. Per essere in regola, è necessario effettuare il pagamento del bollo auto entro l’ultimo giorno del mese successivo alla scadenza. Se, ad esempio, il nostro bollo risulta in scadenza ad aprile, entro la fine di maggio dovremo pagare questa tassa.

Indice

I cambiamenti con la manovra finanziaria del 2020

Sul fronte tasse ci sono stati molti cambiamenti con il nuovo anno, uno di questi riguarda proprio il bollo auto. La novità riguarda la procedura di pagamento che, dall’inizio di questo decennio, viene effettuata tramite PagoPa, un nuovo sistema elaborato dall’Agenzia delle Entrate. Sostanzialmente, per fortuna, l’utente non vedrà molta differenza su come pagare il bollo auto. Scopriamo quindi cos’è PagoPa e come funziona.

Cosa si intende per PagoPA

Come spiega il governo sul portale ufficiale, non è una piattaforma dove effettuare pagamenti, ma un sistema di pagamento dell’Agenzia delle Entrate che mette in collegamento cittadini, agenzie e pubbliche amministrazioni per il versamento di tributi e tasse tra cui il bollo auto. Questo nuovo sistema manda quindi in pensione i vecchi bollettini, ogni pagamento avrà un Identificativo Univoco di Versamento e la modalità standardizzata dei versamenti eviterà problemi e malintesi.

Dove effettuare il pagamento per il bollo auto?

Quindi, in sostanza, come si potrà pagare il bollo auto? Si potrà continuare a eseguire i pagamenti tramite i Prestatori di Servizi. I canali che siano fisici o online rimarranno sostanzialmente gli stessi: presso la propria filiale della banca, attraverso l’home banking, nei punti vendita Sisal, Lottomatica, presso gli sportelli ATM abilitati o negli Uffici Postali. Se intendiamo effettuare il pagamento del bollo auto online, dobbiamo accedere al nostro internet banking o al proprio conto Banco Posta online se vogliamo pagare il bollo auto online con le poste e andare nella sezione apposita. Non è necessario conoscere o calcolare in anticipo l’importo, perché è un risultato automatico che viene fatto inserendo i dati della propria auto.

A questo punto verranno scalati i soldi direttamente dal conto. Se effettuiamo il pagamento del bollo auto online dal sito dell’Aci o dell’Agenzia delle entrate bisogna seguire circa lo stesso procedimento: si inseriranno i dati dell’auto nella sezione apposita, verranno visualizzati i dettagli relativi al proprio veicolo e se le informazioni sono corrette non rimane che effettuare il versamento di denaro con carta di credito. A questo punto si riceverà via mail una conferma di pagamento con la ricevuta che andrà conservata. Per i meno avvezzi alle vie telematiche, è possibile effettuare il pagamento del bollo auto presso luoghi fisici, come la propria filiale della banca, per essere guidati da un impiegato. È sempre necessario conoscere i dati della propria auto.

La nuova App EasyPol per pagare tramite PagoPA

Per chi si sente a proprio agio con smartphone e tablet, è attiva una nuova App per il versamento di denaro di avvisi e bollettini per la Pubblica Amministrazione: non solo, quindi, per il pagamento del bollo auto, ma anche per multe, tasse universitarie, mensa scolastica, Tari e molti altri. Ovviamente è disponibile sia per iOS che per Android.

Pagamento del bollo in ritardo

Se proprio ci è sfuggito il pagamento del bollo auto, possiamo metterci in paro con una somma aggiuntiva a titolo di sanzione: sarà pari allo 0,1% dell’importo per ogni giorno di ritardo se il pagamento avviene entro 15 giorni dalla scadenza, sarà di 1,5% dell’importo totale se si paga entro 30 giorni. Se invece riusciamo a intervenire entro 90 giorni la sanzione sarà dell’1,67% e del 3,75% entro l’anno. Se è rimasta insoluta una tassa di anni precedenti, la sanzione sarà molto più consistente, ovvero pari al 30% dell’importo originario più gli interessi.