fbpx

Cuneo fiscale, Ocse: Italia tra le peggiori in tema di tassazione del lavoro

(Teleborsa) – Tempi duri per le famiglie italiane che, secondo l’indagine Taxing Waves 2019, pubblicata dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, sarebbero in una situazione non rincuorante. L’Italia è stata infatti definita la terza peggiore tra le economie avanzate in tema di tassazione del lavoro e riserva un trattamento più penalizzante perfino se si guarda alle famiglie con figli.

Il documento evidenzia una crescita del cuneo fiscale nella Penisola, su un lavoratore single, di 0,2 punti lo scorso anno, raggiungendo il 47,9 per cento. Si tratta del terzo livello più elevato tra i 36 Stati dell’Ocse (dietro a Belgio e Germania), lo stesso piazzamento del 2017.

Sempre in Italia, si legge all’interno delle pagine ad essa dedicate dal report, le imposte sul reddito e contributi rappresentano l’85% della tassazione totale sul lavoro, a fronte della settima media OCSE del 77%. Nonostante poi, in tutte le maggiori economie siano previste agevolazioni alle famiglie con figli, il livello di tassazione in Italia a un lavoratore di un nucleo con figli risulta il secondo più elevato di tutta l’Ocse, con un 39,1 per cento nel 2018 a fronte di una media del 26,6 per cento. E in questo caso la la situazione registrata risulta peggiorata di un gradino. Infine, le agevolazioni fiscali a lavoratori con figli nel nostro Paese corrispondono a 8,8 punti percentuali, sempre al di sotto della media dei Paesi membri che si attesta a 9,5 punti.